Progetto

La discriminazione è una violazione della legge e dei diritti umani in tutti i nostri paesi ed è un atto criminale. Il numero di aggressioni, sulla base ogni tipologia di discriminazione, è alto nella maggior parte dei paesi europei. Alcuni di essi non dispongono di statistiche sul cosiddetto “crimine d’odio”, mentre altri hanno esaminato solo alcune motivazioni scatenanti atti criminali. Si verifica un “crimine d’odio” quando una persona è vittima a causa della sua reale o percepita origine etnica, razza, colore della pelle o nazionalità, credo religioso, orientamento sessuale, identità o espressione transgender. Anche se ci potrebbe essere accordo riguardo a ciò che dovrebbe essere incluso nel termine “crimine d’odio”, non vi è consenso internazionale che questi tipi di reati siano il risultato della mancanza di rispetto per i diritti umani e di uguale considerazione per tutti i popoli.

Secondo le legislazioni nazionali e internazionali, le scuole e hanno l’obbligo di lavorare preventivamente per combattere la discriminazione.

Le esigenze (espresse da tutti i partner) da affrontare in questo progetto sono:

  • sviluppare conoscenze e competenze dei membri del personale nelle scuole
  • sviluppare metodi didattici adatti a bambini piccoli
  • creare ambienti di apprendimento che promuovano l’inclusione e il rispetto dei diritti umani
  • sviluppare metodi per coinvolgere le famiglie in questo lavoro
  • raggiungere gli obiettivi previsti nei programmi nazionali per la fascia 0-6 anni per quanto concerne l’inclusione
  • lavorare attivamente sul rispetto dei diritti umani
  • accogliere tutti i genitori, a prescindere dal loro background, in modo rispettoso
  • sensibilizzare la conoscenza dell’attuale società complessa nei bambini

Il nostro progetto è principalmente orientato verso le insegnanti, anche se prevede un forte coinvolgimento dei bambini nelle attività di progetto locali.

Obiettivi

  • creare ambienti educativi nei nidi e nelle scuole dell’infanzia (strutture, materiali, metodi di insegnamento, ecc) che promuovano i diritti umani di ogni individuo, a prescindere da etnicità, colore della pelle o nazionalità, credo religioso, orientamento sessuale, genere, disabilità o età;
  • creare un contesto inclusivo nelle scuole dove si promuova il rispetto dei diritti umani;
  • per aumentare nei docenti le competenze per trasmettere ai bambini i contenuti del progetto;
  • dotare gli insegnanti di strumenti utili per affrontare e gestire le diverse situazioni di non accettazione e discriminazione;
  • aumentare la partecipazione dei genitori nelle attività connesse al tema del progetto

Con questo progetto, vogliamo fare la differenza, nel breve periodo nei nostri nidi e scuole dell’infanzia, e nel lungo periodo in Europa. Vogliamo contribuire ad una diminuzione della discriminazione nelle nostre società, indirizzando la nostra attenzione ai bambini piccoli, attraverso diverse modalità di approccio alle tematiche del progetto, esaminando e modificando i nostri atteggiamenti e i nostri ambienti educativi.